La torneria automatica: cos’è e come si possono ottenere delle minuterie metalliche tornite di prima qualità

La torneria automatica permette di ottenere un lavoro di precisione in particolar modo nel campo della minuteria metallica, dove viene richiesta una accuratezza estrema in fase di esecuzione, un miglioramento continuo della qualità del processo svolto, e una produzione ad alti volumi e in tempi celeri.

L’impiego della torneria automatica per la produzione di minuteria metallica va dalla creazione di elementi richiesti da aziende di piccole, medie e grandi dimensioni, alla realizzazione di accessori per stampaggio lamiere che richiedono l’utilizzo di materiali come acciaio inox, ottone ed alluminio.

Ma quali sono le lavorazioni possibili con la torneria automatica?

Le lavorazioni meccaniche possibili con la torneria automatica sono:

  • La tornitura
    Con la tornitura si ottengono superfici lavorate facendo interagire l’utensile del tornio con il pezzo da lavorare, che ruota e viene liberato dal materiale in eccesso, chiamato truciolo, dando vita ad un pezzo del tutto nuovo. Da molti anni ormai si utilizzano macchine a controllo numerico CNC in grado di garantire precisione ed alta definizione nella tornitura automatica.
  • La fresatura
    Un’altra tipologia di lavorazione meccanica per l’asportazione del truciolo, nell’ambito della torneria automatica, è la fresatura. L’operazione si ottiene dando alla fresa un moto rotatorio intorno al proprio asse, e permettendole di lavorare quindi su un pezzo in moto di avanzamento lineare. Con questa modalità, si ottengono diversi elementi e profili, quali fori, cave, spianature e sagomature.
  • La rettifica
    La rettifica è un’operazione di finitura e viene fatta da un utensile abrasivo con un’intensità regolabile, chiamato mola, che toglie il materiale in eccesso dal pezzo. Tramite la rettifica si possono realizzare lavorazioni meccaniche di grandissima precisione, come per esempio le sedi dei cuscinetti.
  • La rullatura, la zigrinatura e la godronatura
    Con queste lavorazioni si possono modellare i pezzi mediante un rullo, uno zigrino o un godrone, posti a contatto con il pezzo da lavorare.